“Il percorso formativo è sempre frutto di una rete invisibile di circostanze, destini e caratteristiche personali.

Continuamente cambiamo, e così cambiano anche i Maestri che incontriamo. L’importante è fare tesoro della disponibilità e delle opportunità incontrate.

Non smettere mai di ringraziare, ma continua a cambiare…”Paola Dall'Ora

Desidero qui ricordare la Maestra di Yoga Anne Dauben, la cui palestra di Via Piolti de’ Bianchi in Milano è stata per me luogo prezioso di pratica e di scambi fecondi e affettuosi. A lei devo molti esercizi che inserisco nelle mie lezioni. Di lei porto nel cuore l’entusiasmo e la precisione nella pratica e nell’insegnamento.
Non posso non citare l’incontro con la Maestra di Yoga Ratna Gabriella Cella al Chamali, uno scambio che per me è stato sincero e fecondo; porto con me gli anni e le esperienze condotte a quattro mani con gioia e con lo spirito di una comune ricerca, e volentieri a volte inserisco qualche pratica che ho appreso da lei. Mi piace sognare che possa fare anche lei altrettanto.
cuturelloIl Maestro Ignazio Cuturello, allievo diretto del Maestro Chang Dsu Yao (1918-1992) conduce la Scuola presso cui ho iniziato a praticare il T’ai Chi Ch’uan, e lo Shaolin Ch’uan, e in cui ho conseguito il grado di cintura nera nello stile interno (T’ai Chi) e il grado di istruttore di primo livello del corso istruttori di sei anni che lui stesso dirige. Del M. Cuturello porto con me il rigore nel proporre queste antiche discipline, insieme ad uno spirito di continuo aggiornamento e ricerca di ponti e punti di contatto con la nostra cultura occidentale ( comprese la nostre attuali scienze motorie, l’eutonia, la osteopatia…).
Devo alle bellissime lezioni del compianto Maestro Roberto Fassi la scoperta del Ch’i Kung ( o Qi Gong ), uno stimolo che mi ha poi portato a cercare ambiti in cui approfondire questa meravigliosa Arte di coltivazione dell’energia interna ( Ch’i, o QI ).
Non posso non citare il Maestro Roberto Mauri, e la generosità con cui lui, e i suoi allievi e amici, mi hanno ospitato nel suo Centro Verso Oriente di Vittuone ( MI ), consentendomi di allenarmi e divertirmi, in un’atmosfera non competitiva e non esasperata che mi porto dentro con vera gratitudine.
Ken-e-PapaPer lunghi 14 anni non ho mancato di partecipare ad uno stage estivo in Salento organizzato dal M Cuturello e dal M Luciano Corsano che vorrei qui ricordare con affetto per la sua prematura scomparsa, una presenza preziosa agli stage anche per la sua grande esperienza di Yoga oltre che di Kung Fu, un lascito che suo figlio Kenji Corsano sta egregiamente portando avanti in Salento: di entrambi porto in me il ricordo e l’esperienza di una eleganza e “ gentilezza maschile “ che a volte il nostro meraviglioso Sud ci regala.
E come non ricordare Padre Davide Magni, studioso e praticante di T’ai Chi Ch’uan e per me interlocutore prezioso in più di un’occasione in momenti particolari della vita? Sicuramente un Maestro nella capacità di mescolare il suo impegno religioso e la sua vasta cultura ad un sorriso contagioso che invita ad una serenità mai banale!
Importanti per me anche gli scambi con il Maestro di Tai Chi Marco Venanzi, dalla cui amicizia e scambio, umano e professionale, ho sempre molto appreso, così come con il Maestro Richard Ellis, con la sua visione cosmopolita del mondo delle Arti Marziali Cinesi che allarga lo sguardo…
li-xiao-mingDevo all’incontro con il Maestro Li Xiao Ming e la Scuola di Qi Gong People e ai seminari tenuti in Milano, in Bologna, in Genova, in Roma ed altri luoghi la scoperta del Qi Gong Salutistico, ovvero di quella parte del Qi Gong che ha delle finalità mediche di cura, riequilibrio e prevenzione di una grande varietà di disturbi e malattie sia psichiche che fisiche : un corso istruttori di altri sei anni che ha ispirato e sta ispirando e ampliando la mia pratica di T’ai Chi Ch’Uan , oltre ad arricchire il mio bagaglio professonale di terapeuta della mente.

LiXiao MIngDel Maestro Li Xiao Ming vorrei qui solo citare l’impressione profonda che mi fece anni fa una sua Lezione Magistrale sull’opera di un Taoista di qualche secolo fa, dal bellissimo titolo “ Discorso sulla Sala dell’insegnamento sereno “ : dell’importanza di una visione sobria del “ Maestro “, rifuggendo da modelli autoritari e fondandosi sul sincero impegno a capire e a praticare, e soprattutto ad evolvere e perfezionarsi continuamente come persona.

In una Cerimonia del Saluto che inaugura le lezioni tre sono i ringraziamenti che vengono rivolti : al Cielo, come ad una dimensione sovraindividale che in tutta libertà ogni praticante può riempire di suoi signicati personali a seconda del suo credo o valori ; agli Antenati, a partire dai nostri genitori e a tutta la catena di generazioni che li precedono e da cui proveniamo; e ai Maestri, ovvero a tutti coloro a cui riconosciamo di avere ricevuto un insegnamento.

“Last but not least, il mio pensiero è sempre e comunque alla mia Maestra di Psicoanalisi, a cui mi lega a tanti anni ormai dalla fine del percorso formativo un legame di profonda, vera amicizia.
A lei devo tutto, come ad un genitore.” 

Paola Dall’Ora